Menu principale

Glossario
IBAN (International bank account number)

È lo strumento identificativo, a livello internazionale, del conto corrente di un cliente presso un'ente finanziario. È un'estensione del Basic Bank account number (BBAN), utilizzato a livello nazionale al quale viene aggiunto un prefisso nazionale e un codice di controllo.

Impresa

È un'attività economica professionalmente organizzata al fine della produzione o dello scambio di beni o di servizi. Secondo la definizione del 1 gennaio 2005 della Commissione dell'UE, si distinguono imprese di dimensioni ridottissime o piccole e medie in base al numero dei dipendenti, fatturato e volume di bilancio. Imprese di media dimensione: massimo di 250 dipendenti, fatturato compreso tra 50 mil. e 40 mli. nel'96, volume di bilancio tra 43 mli. e 27 mli. nel'96; imprese di piccole dimensioni: massimo 50 dipendenti, fatturato tra 10 mli. e 7 mli. nel'96, volume di bilancio tra 10 mli. e 5mil. nel'96; imprese di ridottissime dimensioni (micro-imprese): massimo 10 dipendenti, fatturato e volume di bilancio di 2 mli. nel'96.

Indice di herfindahl-hirschman

È l'unità di misura utilizzata in statistica per misurare la concentrazione della distribuzione delle quote di mercato. Si calcola attraverso la somma delle quote di mercato elevate al quadrato. È utilizzato dalla Banca d'Italia per valutare il grado di concentrazione dei portafogli prestiti delle banche vigilate.

Indici di borsa

È una statistica usata per verificare i cambiamenti nel valore delle compagnie quotate in una borsa valori. Tre i principali indici della Borsa italiana: Mib, Mibtel e il MibR.

Intermediari creditizi

Sono banche e società finanziarie di leasing, di factoring e di credito al consumo, iscritte nell'elenco speciale ex art. 107 del Testo unico bancario (TUB).

Intermediari finanziari

Sono soggetti diversi dalle banche che sono iscritti nell'elenco generale di cui all'art. 106 del Testo Unico Bancario, che svolgono nei confronti del pubblico le attività di assunzioni di partecipazioni, di concessione di finanziamenti, di prestazione di servizi di pagamento e di intermediazione di cambi.

Internet

È la rete mondiale di reti di computer ad accesso pubblico, oggi principale mezzo di comunicazione di massa, sulla quale si basano alcuni servizi bancari come corporate banking e home banking.

Investimenti di portafoglio

Sono investimenti in valori mobiliari in genere non connessi ad un rapporto di investimento diretto: comprendono titoli di debito e titoli di capitale e le quote di fondi comuni d'investimento.

Investimenti diretti

Sono investimenti che realizzano un interesse durevole tra un'impresa residente nell'economia nazionale ed una residente in un'altra economia (partecipazioni dirette o indirette). Per convenzione sono considerati investimenti diretti anche gli investimenti immobiliari.

Investitori istituzionali

Sono operatori economici che, disponendo di ingenti possibilità finanziarie, effettuano un investimento in un'altra società. Comprendono banche, compagnie di assicurazione, fondi pensione, enti pubblici, holding finanziarie, etc..