Menu principale

Glossario
Fondi comuni armonizzati

Sono fondi di investimento comuni rientranti nell'ambito di applicazione della direttiva CEE 20.12.1985, n. 611, caratterizzati dalla forma aperta e dalla possibilità dell'offerta al pubblico delle quote e da alcuni limiti agli investimenti.

Fondi comuni di investimento chiusi

Sono fondi di investimento in cui il rimborso delle quote ai partecipanti avviene solo a scadenze predeterminate.

Fondi comuni di investimento immobiliare

Sono strumenti per investire nel settore immobiliare al fine di perseguire la massima liquidità. Vengono impiegati in acquisti di immobili sia commerciali sia residenziali e i guadagni derivano sia dalle rendite incassate con il loro affitto che dalla rivendita. Alla scadenza del fondo, gli immobili vengono liquidati e i sottoscrittori rimborsati.

Fondi comuni di investimento mobiliare aperti

Sono fondi comuni che possono essere comprati e venduti in qualsiasi momento e sono disponibili ai risparmiatori in Italia in due categorie: i fondi di diritto italiano, il cui valore delle quote è al netto delle imposte; e quelli con passaporto europeo, in cui le quote sono lorde.

Fondi di mercato monetario

Sono fondi comuni aperti le cui quote in termini di liquidità sono altamente sostituibili ai depositi.

Fondi etici

Sono fondi comuni di investimento la cui politica d’investimento non corrisponde necessariamente a criteri di massimizzazione del profitto, ma ad altri principi, legati ai concetti di etica e solidarietà.

Fondi pensione

Sono fondi di investimento che erogano prestazioni previdenziali in favore dei lavoratori di un'impresa, settore o categoria professionale allo scopo di integrare la pensione pubblica.

Fondi pensione negoziali

Sono strumenti previdenziali complementari promossi dai sindacati o dalle associazioni di categoria e istituiti per singola azienda o gruppi di aziende, per categorie di lavoratori, in seguito a contratti collettivi nazionali, accordi o regolamenti aziendali, accordi fra lavoratori autonomi o liberi professionisti.

Fondi pensione preesistenti

Sono strumenti previdenziali complementari istituiti alla data di entrata in vigore della l. 23.10.1992, n. 421. Tra questi, i fondi bancari interni, senza personalità giuridica, già istituiti all'interno delle banche e delle società appartenenti a gruppi bancari.

Fondi strutturali europei

Sono strumenti di intervento creati e gestiti dall'Unione europea per finanziare vari progetti di sviluppo all'interno dell'Unione europea, per far fronte ai problemi strutturali e per ridurre le ineguaglianze tra le diverse regioni e gruppi economici e sociali.