Menu principale

Glossario
Cambiali finanziarie

Titoli di credito emessi in serie, equiparati per ogni effetto di legge alle cambiali ordinarie, aventi scadenza non inferiore a 3 mesi e non superiore a 12 mesi dalla data di emissione. Il taglio minimo unitario è di 51.645,69 euro.

Capitalizzazione dei titoli quotati in borsa

È il valore di mercato che risulta dalla moltiplicazione del prezzo di mercato del titolo per il numero totale dei titoli della specie emessi. Sommando la capitalizzazione di tutti i titoli quotati in borsa si ottiene la capitalizzazione di borsa o del mercato.

Carta di credito (o moneta elettronica)

È uno strumento di pagamento, emesso da da banche, intermediari finanziari o fornitori di beni e servizi (fidelity card), costituito da una carta realizzata in materiale plastico e dotata di dispositivo di riconoscimento dei dati identificativi del titolare e dell'istituto bancario o finanziario emittente. Il meccanismo delle carte di credito prevede che il titolare della carta possa effettuare acquisti di beni o servizi oppure prelievi di contante con pagamento differito presso qualsiasi esercizio convenzionato, in base al contratto stipulato con la banca

Carta di Debito

E' una carta di pagamento che consente al possessore di prelevare contante presso gli sportelli automatici degli istituti aderenti al circuito Bancomat® e di effettuare operazioni di acquisto con addebito immediato sul conto corrente presso gli esercizi aderenti al circuito PagoBANCOMAT®.

Carta prepagata

È uno strumento di pagamento rilasciato a fronte di un versamento anticipato di fondi effettuato dalla banca e spendibile presso la stessa (carta monouso) o presso una molteplicità di esercenti (carta a spendibilità generalizzata). Può basarsi su diverse tecnologie: banda magnetica o microcircuito.

Circuito domestico di prelievo di contante BANCOMAT®

Sistema interbancario di sportelli automatici, diffuso a livello nazionale, che consente ai possessori della Carta di debito BANCOMAT® di prelevare contante presso qualunque sportello automatico abilitato o di effettuare operazioni di acquisto con addebito diretto sul proprio conto corrente.

Conto capitale

Componente della bilancia dei pagamenti che contiene i dati relativi a trasferimenti senza corrispettivo di beni capitali o di fondi connessi all'acquisto/dismissione di beni capitali e la remissione unilaterale di debiti (trasferimenti in conto capitale). Comprende inoltre l'acquisizione/cessione di attività intangibili "non finanziarie - non prodotte".

Conto corrente

Componente della bilancia dei pagamenti comprendente i dati relativi a merci, servizi, redditi e trasferimenti correnti.

Conto finanziario

Componente della bilancia dei pagamenti che fa riferimento ai dati relativi a investimenti e disinvestimenti di capitali e riserve ufficiali.

Core business

È la principale attività di un'azienda verso la quale sono orientate le scelte strategiche e le politiche aziendali.

Corporate banking

È il servizio bancario che consente alle imprese di gestire la propria tesoreria ed effettuare operazioni bancarie, attraverso collegamenti telematici tra banca e impresa direttamente dalle proprie sedi.

Corporate finance

È l'insieme di servizi e prodotti offerti dalla banca che hanno l'obbiettivo di offrire consulenza finanziaria alle imprese al fine di dare tutti gli strumenti di analisi necessari a prendere decisioni manageriali nel settore finanziario.

Corporate governance

È l'insieme di regole, ruoli e responsabilità su cui si basa la vita societaria con particolare riferimento al funzionamento degli organi sociali, alla trasparenza dei documenti, degli atti sociali e dell'informativa di mercato. Per maggiori informazioni clicca qui (link alla sezione Governance del sito)

Costo ammortizzato

Corrisponde al valore a cui un'attività finanziaria è valutata al momento dell'iscrizione iniziale, al netto di rimborsi di capitale e di qualsiasi modifica per riduzione durevole di valore o insolvenza, rettificato dell'ammortamento complessivo (calcolato utilizzando il tasso di interesse effettivo) della differenza tra valore iniziale e valore rimborsabile a scadenza. Il criterio del costo ammortizzato è utilizzato per attività e passività con scadenza non inferiore ai 18 mesi.

Crediti agevolati

Sono operazioni eseguite a tasso inferiore rispetto a quello di mercato in virtù di provvedimenti legislativi che dispongono un concorso agli interessi.

Crediti al consumo

Sono crediti concessi alle famiglie, a fini personali, legati al consumo di beni e di servizi.

Credito d'imposta

È un'agevolazione fiscale che può essere destinata alle imprese allo scopo di consentire investimenti in settori e aree ritenuti strategici o da incentivare.

Credito totale

Si riferisce ai finanziamenti totali al settore privato e pubblico. Include gli impieghi delle banche, i mutui degli istituti di credito speciale, le emissioni di obbligazioni da parte delle imprese e degli enti territoriali, i titoli che le banche acquistano temporaneamente dalla clientela e il debito delle Amministrazioni pubbliche.

Crescita potenziale

È il tasso possibile della crescita della produttività e dell'occupazione in un Paese, che può essere diverso da quello effettivo.

CRM (Customer Relationship Management)

È il concetto che si riferisce alla gestione delle relazioni con la clientela che dovrebbe tendere ad continuo miglioramento delle relazioni tra l'organizzazione e i suoi clienti.